Ultradistrict living lab: l’open innovation per il lavoro agile in forma sostenibile a Torino

Inizia ufficialmente la sperimentazione del progetto Ultradistrict con Torino City Lab, per gestire in forma sostenibile l’evoluzione del lavoro agile nel quartiere e nella città.

“Annunciamo con soddisfazione la partnership stretta tra Ultraspazio e Torino City Lab”, dichiara Ezio Gaude, ceo di Ultraspazio. Nell’ambito dello smart working della Pubblica Amministrazione sarà testata Ultra App, la piattaforma digitale che consente l’accesso ai luoghi di lavoro condiviso e geolocalizza i servizi presenti nel quartiere in cui il coworking si inserisce: dalla mobilità sostenibile alle attività commerciali, ma anche le iniziative culturali e di intrattenimento.

L’applicazione sarà usata nella sede del Servizio Fondi Europei, Innovazione del Comune di Torino, in corso Ferrucci 122, e vedrà il coinvolgimento dei dipendenti nella prenotazione di postazioni di lavoro singole, stanze d’ufficio e sale riunioni. Il prossimo obiettivo? Verificare l’impatto ambientale degli spostamenti e il benessere sul lavoro.

Con la sperimentazione si analizzeranno i dati sull’utilizzo, flussi utili ad individuare la capacità dell’app di soddisfare i bisogni e i desideri degli utenti, così da modularla di conseguenza.

Il fine ultimo del progetto è aprire nuove strade per lo smart working con soluzioni innovative per andare verso una città più sostenibile a livello sociale, economico e ambientale.

“L’idea è supportare chi lavora da casa, in ufficio o in un coworking, mettendo in moto il quartiere con le sue specificità e la sua energia”, aggiunge Ezio Gaude, spiegando la visione da cui è nato il progetto Ultradistrict Living Lab.

Una città è fatta di zone e persone, ognuna con la sua storia. Spesso la tecnologia è vissuta come un nemico per le piccole realtà locali, ma può tradursi invece in un alleato, diventando strumento di aggregazione e coinvolgimento.

“Ultradistrict – prosegue Gaude – mira a potenziare le risorse dei quartieri per condurle, in quest’era di trasformazione digitale, oltre i propri confini fisici, grazie proprio all’innovazione tecnologica”.

Con Ultra App infatti si potranno trovare spazi di lavoro condiviso, ma anche i servizi e le esperienze che il quartiere offre ai suoi abitanti: chiunque potrà accedervi, non solo i coworker, per conoscere le proposte che ci sono intorno a sé.

Il ventaglio dei servizi è ampio, oggi ci sono lavanderie, toelettature, palestre, musei, ristoranti; l’offerta si può arricchire sempre più con la partecipazione di tutti, semplicemente entrando nel network.